RAPPRESENTANZA POLITICA E LEGGE ELETTORALE

La nozione di rappresentanza politica allude a una dimensione con­cettuale indubbiamente molto complessa. Il suo idioma evoca orizzon­ti di se…

Editore: GIAPPICHELLI
Settore: Universita
Autore: Claudio De Fiores, a cura di - Anno: 2008

Prezzo: 40,00

ISBN: 9788834883877

Descrizione prodotto

La nozione di rappresentanza politica allude a una dimensione con­cettuale indubbiamente molto complessa. Il suo idioma evoca orizzon­ti di senso dissonanti e spesso contraddittori. Se si ripercorrono le forme della sua plurale configurazione, politica e giuridica, da Platone a Hobbes fino a CarI Schmitt si comprende immediatamente come tale locuzione è estranea, storicamente e teoricamente, a ogni sorta di enun­ciazione univoca e risolutiva. Ma nonostante le irriducibili polivalenze concettuali sottese a tale definizione, ciò da cui non è possibile in alcun modo prescindere è l’intrinseca essenza politica della nozione di rappresentanza, impernia­ta sul vincolo relazionale fra rappresentato e rappresentante, fra colo­ro che detengono originariamente il potere e coloro che ne hanno otte­nuto il mandato per poterlo esercitare. Da ciò ne discende che, soprat­tutto all’interno della moderna sfera rappresentativa, la dimensione dell’agire politico trova la sua intrinseca legittimazione, non nella forza della sua efficacia, bensì nelle modalità formali e sostanziali di conferimento e svolgimento del mandato. Declinata sulla base di tale paradigma teorico, la politicità della rap­presentanza è, così, progressivamente divenuta nel corso del secolo scorso parte integrante del tessuto costituzionale e la disciplina del sistema elettorale uno dei principali parametri di ponderazione della sua essenza.

× Supporto Live

Al momento siamo offline. Potete contattarci via email..